Log in or Create account

Numero 21 - 08 novembre 2017 NORMATIVA [15]    GIURISPRUDENZA [29]    DOCUMENTAZIONE [23]

Rapporti tra le Corti. Diritti fondamentali ed immigrazione

Il Consiglio di Stato, quale giudice di ultima istanza della giustizia amministrativa, ha sempre ritenuto la Corte di giustizia dell’Unione europea un interlocutore privilegiato. Appare tuttavia oltremodo opportuna l’iniziativa di affiancare allo strumento del rinvio pregiudiziale altre e più duttili modalità di reciproca conoscenza e confronto, quale appunto il Protocollo che ci accingiamo a firmare. Nella mia duplice veste di Presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio di Presidenza della giustizia amministrativa, desidero inoltre, in questa occasione, anche sottolineare l’impegno profuso dall’ organo di autogoverno e dell’Ufficio studi massimario e formazione, nel processo di internazionalizzazione del giudice amministrativo. Da anni ormai, i magistrati amministrativi partecipano, nell’ambito della rete di formazione giudiziaria europea (EJTN)... (segue)

Incontri e scontri tra Corte di giustizia e giudici nazionali: quali insegnamenti per il futuro?

Vanno facendosi sempre più frequenti i casi di contrasto anche duro tra giudici nazionali e Corti europee, per quanto il trend complessivo – avverto sin d’ora e con riserva di approfondimenti più avanti – sia nel segno di una sostanziale, mutua e feconda... (segue) 

La necessità della giustizia amministrativa

Difendere la giustizia amministrativa è divenuta un’impresa (quasi) temeraria. Eppure è una sfida che va raccolta. A fronte di sempre più pressanti, aspre e, a volte, radicali critiche (Prodi, Panebianco), formulate da più parti all’indirizzo della stessa ragion d’essere… (segue)

Il travagliato iter della proposta di riforma della legge sulla cittadinanza

Dopo quasi due anni di trattazione presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato della Repubblica, il Disegno di legge n. 2092, già approvato dalla Camera dei Deputati alla fine del 2015, e recante “modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91... (segue)

Il riparto delle competenze legislative fra Stato e regioni in materia di pubblico impiego

Prima della riforma del Titolo V avvenuta nel 2001, il pubblico impiego regionale ricadeva nella competenza concorrente riguardante l’«Ordinamento degli uffici e degli enti amministrativi dipendenti dalla Regione». Tale materia, infatti, comprendeva... (segue) 

La 'iurisdictio' contabile e la tutela degli interessi diffusi nell'ottica dell'attuazione 'domestica' del principio costituzionale dell'equilibrio di bilancio

Dopo un rapido excursus che ripercorre l’evoluzione degli orientamenti in materia di situazioni giuridiche meta-individuali, con particolare attenzione alla categoria degli interessi collettivi e diffusi, lo studio si concentra sul ruolo della Corte dei Conti... (segue)

Finanza pubblica e salvaguardia del patrimonio culturale privato: la disciplina fiscale dei parchi e dei giardini storici

La disamina del regime fiscale degli immobili storici muove, necessariamente, dalla ricostruzione dell’iter normativo che ha interessato la più ampia nozione di “bene culturale”. Tale locuzione – peraltro non ricompresa nell’originario disposto costituzionale... (segue)

Execution time: 43 ms - Your address is 54.198.108.19