Home |  La Rivista |  Osservatorio |  Numeri precedenti |  Pubblicazioni |  Eventi |  Newsletter |  Pubblicità

c1
  Federalismi - Autonomia, indipendenza e poteri “decisori” degli organi di garanzia statutaria, con particolare riferimento alla Commissione garante della Lombardia.
Direttore Prof. Beniamino Caravita di Toritto
 
c2

      segui federalismi.it su Twitter  Fb
  
stato » dottrina   Sommario del 21/03/2012 - Nr.6 - Anno 2012  

Autonomia, indipendenza e poteri “decisori” degli organi di garanzia statutaria, con particolare riferimento alla Commissione garante della Lombardia.

Enzo Balboni, Leonardo Brunetti (15-03-2012)

La maggior parte dei nuovi Statuti regionali prevede, accanto agli organi regionali di cui agli artt. 121 e, oggi, 123, co. 4, Cost., la presenza di organismi di garanzia statutaria, variamente denominati, cui vengono affidati compiti di natura diversa. Non è, quindi, né semplice né immediato delineare in maniera chiara e completa quali funzioni, tali organi, pur sostanzialmente consultivi, possano essere concretamente chiamati a svolgere negli specifici ordinamenti regionali che li prevedono. In primo luogo, appare utile chiarire – per così dire, “in negativo” – quali attività o funzioni, tali Consulte o Commissioni garanti (comunque denominate) non possano nemmeno in astratto porre in essere: dai sogni e dalle locuzioni verbali attualmente in uso va tolto, dunque e anzitutto, il troppo e il vano. Esse, infatti, non sono né potranno essere considerate, allo stato e per le ragioni che si esamineranno di seguito, alla stregua di piccole Corti costituzionali regionali, come in passato da alcuni studiosi auspicato. Esse non svolgono, né possono svolgere, cioè, una funzione di controllo di legittimità statutaria della normativa regionale, come la Corte costituzionale ha ormai ben chiarito. Nella sent. n. 200 del 2008, la Corte costituzionale ha, infatti, a chiare lettere affermato che “[o]gni valutazione sulla legittimità di atti, legislativi o amministrativi, successiva alla loro promulgazione o emanazione è estranea alla sfera delle attribuzioni regionali”, essendo riservata agli organi giudiziari statali o alla Corte stessa... (segue)



Autonomia, indipendenza e poteri “decisori” degli organi di garanzia statutaria, con particolare riferimento alla Commissione garante della Lombardia. - stato - dottrina - Preleva il Documento integrale


  Condividi questo documento


Il presente documento non è riproducibile su altri siti senza la previa autorizzazione scritta della Direzione della Rivista, in assenza della quale sono esclusivamente consentiti i link.


Documenti correlati
» Funzioni e funzionalità del Senato delle Autonomie
Annamaria Poggi (16-04-2014)
» La riforma costituzionale Renzi-Boschi al via
(16-04-2014)
» Non un Senato 'federale', ma un Senato 'federatore'
Francesco Clementi (16-04-2014)
» Glosse, scorrendo il testo della proposta Renzi
Beniamino Caravita (15-04-2014)
» Questioni di principio per la riforma costituzionale
Andrea Morrone (15-04-2014)
» Una riforma irragionevole?
Marilisa D'Amico (15-04-2014)
» Qualche breve considerazione sul disegno di riforma della Costituzione del Governo Renzi
Gavina Lavagna (15-04-2014)
» Alcuni ragionevoli motivi per prendere sul serio la proposta di riforma del bicameralismo
Sandro Staiano (15-04-2014)


gli articoli più letti negli ultimi sommari
sommario

n. 7/2014
 
» Le province nel Disegno di legge A.C. 1542-B
Daniele Trabucco (01-04-2014)
» 'Abrogatio' non petita, accusatio manifesta: la Corte Costituzionale interviene sulle vicende del d.lgs. n. 43 del 1948
Fabio Pacini (01-04-2014)
» La crisi dell’Eurozona e la (dis)unione bancaria
Diego Rossano (24-03-2014)
sommario

n. 6/2014
 
» La Corte costituzionale e l'attività della Corte dei conti (una breve nota sulle sentenze nn. 39 e 40 del 2014)
Beniamino Caravita ed Ettore Jorio (19-03-2014)
» I servizi pubblici economici tra mercato e regolazione
Giovanni Pitruzzella (19-03-2014)
» La qualità del sistema normativo fra pluralità delle politiche, elusione di snodi teorici e ricerca di un factotum
Paolo Carnevale (10-03-2014)
sommario

n. 5/2014
 
» Governo Renzi direzione Italicum?
Ida Nicotra (25-02-2014)
» Le riforme istituzionali: 30 anni di sterili tentativi parlamentari e di modifiche della legislazione elettorale.Dall’articolo di Craxi su l’Avanti del 1979 al discorso programmatico di Renzi del 2014
Vincenzo Lippolis (25-02-2014)
sommario

n. 4/2014
 
» Valori comuni e garanzie costituzionali in Europa (Call for papers)
Redazione (18-02-2014)
» La via italiana alla trasparenza pubblica: il diritto di informazione indifferenziato e il ruolo proattivo delle pubbliche amministrazioni
Paolo Canaparo (18-02-2014)
» Per un nuovo bicameralismo, tra esigenze di sistema e problemi relativi al procedimento legislativo
Simone Pajno (11-02-2014)
sommario

n. 8/2014
 
» Città metropolitane. Area, procedure, organizzazione del potere, distribuzione delle funzioni
Daniela Mone (09-04-2014)
» Note minime a prima lettura del disegno Renzi di riforma costituzionale
Antonio Ruggeri (08-04-2014)
» Ddl costituzionale 'Disposizione per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della Costituzione
(04-04-2014)
sommario

n. 5/2014
 
» Prime pronunce in tema di abilitazione scientifica nazionale
Tar Lazio (28-02-2014)
   

archivio Normativa



la rivista | numeri precedenti | pubblicazioni | eventi | links | pubblicità | contatti | RSS::Really Simple Syndication feed RSS aggiungi ai preferiti | segui federalismi.it su Twitter  Fb

federalismi.it - Rivista Telematica
Registrazione al Tribunale di Roma numero 202/2003 del 18.04.2003
ISSN 1826-3534



La rivista non si impegna a pubblicare interventi non richiesti. I contributi inviati saranno valutati in forma anonima secondo le regole di referaggio della Rivista, dandone riscontro agli autori. Non si pubblicano contributi già apparsi in altre riviste telematiche o ad esse destinati. I contributi devono essere comunque inviati all'indirizzo redazione@federalismi.it


Valutazione scientifica dei contributi pubblicati in federalismi.it
Tutto il materiale pubblicato è copyright © federalismi.it.
E' vietata la riproduzione anche parziale.

Tutti gli articoli firmati sono protetti dalla legge 633/1941 sul diritto d'autore. federalismi.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Le foto presenti su federalismi.it sono state in larga parte tratte da Internet e, quindi, valutate di pubblico dominio.

Associazione sui processi di governo e sul federalismo
Via di Porta Pinciana 6, 00187 Roma
Partita IVA 06196041005


Società editoriale federalismi s.r.l.
Via di Porta Pinciana, 6 00187 Roma
Partita IVA 09565351005
amministrazione@federalismi.it
Direttore responsabile: Prof. Beniamino Caravita di Toritto

Comitato di direzione
Prof. Luisa Cassetti; Prof. Marcello Cecchetti;Dott. Renzo Dickmann;
Dott. Antonio Ferrara; Prof. Tommaso Edoardo Frosini;
Prof. Giulio M. Salerno; Prof. Maria Alessandra Sandulli;
Prof. Sandro Staiano.

Redazione
dott. Federica Fabrizzi (Redattore Capo);
dott. Andrea Danesi; dott. Daniele Porena;
dott. Maria Grazia Rodomonte; dott. Alessandro Sterpa;
dott. Andrea Vannucci; dott. Alfonso Vuolo.

Segreteria di redazione
dott. Giuseppe M. Di Niro; dott. Simon Pietro Isaza
dott. Umberto Ronga, dott. Federico Savastano
dott. Michela Troisi
dott. Andrea Luciani
E-mail: redazione@federalismi.it

Comitato scientifico || Comitato di referee

Powered by
http://www.contechnet.it
Execution time: 67 ms - Ip Address: 23.20.34.25