Log in or Create account

Numero 16 - 10 agosto 2016 NORMATIVA [33]    GIURISPRUDENZA [7]    DOCUMENTAZIONE [6]

Un requiem per il federalismo fiscale

Attraverso alcuni anni di perpetrata omissione di un serio esercizio centrale del ruolo di coordinamento della finanza pubblica in Italia si è giunti al duplice risultato di una larvata destituzione della democrazia locale e di un progressivo smantellamento dello stato sociale. Si tratta di un fenomeno che sembra rimasto, data forse anche la complessità tecnica che ne caratterizza i vari fattori, nell’ombra rispetto all’attenzione che viene solitamente data ad altri temi: è opportuno quindi cercare di metterlo in luce. L’evoluzione che si è verificata nel sistema di finanza locale negli ultimi anni ha, infatti, delineato un assetto che, per stratificazioni successive e per complicazioni interattive, ha profondamente alterato i principi del federalismo fiscale municipale. L’esito della crisi finanziaria, infatti, non è stato, in Italia, semplicemente un processo... (segue)

Quale futuro per l'autonomia speciale della Regione siciliana?

È noto che il periodo storico compreso tra l’avvenuta liberazione della Sicilia e l’avvio del percorso che condurrà prima all’approvazione dello Statuto speciale, e, poi della Costituzione repubblicana, rappresenta un laboratorio politico-costituzionale nel quale matura... (segue)

Organizzazione territoriale dei servizi sociali: il livello ottimale delle prestazioni

Il tema del livello ottimale delle prestazioni nell’ambito dei servizi pubblici trova le sue basi concettuali in quelle riflessioni dottrinali che più di altre in tempi recenti si sono concentrate sul carattere funzionale del “territorio”inteso sia come luogo sul quale insiste e converge... (segue)

Prime note sulla funzione di regolazione dell'ANAC nel nuovo codice degli appalti

Cosa c'è veramente di nuovo ed innovativo nella disciplina degli appalti varata con il d.lgs. n. 50/2016? Secondo me il tentativo di costruire un nuovo rapporto tra amministrazioni e imprese attraverso un percorso di regolazione innovativo. Quelle imprese che negli ultimi dieci anni... (segue)

La resistenza degli interessi sensibili nella nuova disciplina della conferenza di servizi

La conferenza di servizi rappresenta uno degli istituti relativi all’attività amministrativa in cui l’esigenza di semplificazione e quella della completa ponderazione degli interessi sensibili si confrontano alla ricerca di un adeguato punto di equilibrio in un contesto di continue modifiche normative... (segue)

La nuova disciplina della conferenza di servizi tra semplificazione e pluralismo

Dopo almeno quindici interventi di riforma, alcuni dei quali anche radicali, con il d.lgs. 30 giugno 2016, n. 127 (Norme per il riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi, in attuazione dell'articolo 2 della legge 7 agosto 2015, n. 124), il legislatore torna oggi, ancora una volta... (segue) 

La nuova fisionomia 'euro-unitaria' dei rapporti tra ricorso principale e incidentale 'escludente' in materia di appalti

La Corte di Giustizia dell’Unione europea, con la  sentenza del 5 aprile 2016 C-689/2013 (Puligienica c. Airgest s.p.a.), è tornata ad occuparsi della dibattuta questione concernente il rapporto tra il ricorso principale e il ricorso incidentale escludente nei giudizi in materia di appalti pubblici; ossia dell’ordine di trattazione di essi. In particolare è stata affermata l’incompatibilità con il diritto europeo della “regola” giurisprudenziale... (segue) 

Execution time: 49 ms - Your address is 54.80.192.30