Log in or Create account

Numero 18 - 21 settembre 2016 NORMATIVA [28]    GIURISPRUDENZA [22]    DOCUMENTAZIONE [4]

Il Bail-in paradigma dell'eterno conflitto tra Stato assicuratore e Stato regolatore

Risultati immagini per bail in risanamento bancheLa direttiva 2014/59/UE del Parlamento e del Consiglio, adottata il 15 maggio 2014, ha rafforzato in Europa un quadro giuridico ed economico-finanziario di risanamento degli enti creditizi e delle imprese di investimento, denominato Bank Recovery and Resolution Directive. Tale direttiva europea è stata recepita dall’ordinamento interno con d.lgs 16 novembre 2015, n. 180. Il provvedimento (c.d. bail-in) ha quale obiettivo primario quello di gestire la crisi delle banche e la ristrutturazione del sistema finanziario-creditizio, con oneri da parte di azionisti, creditori, correntisti, senza ricorrere - o eventualmente soltanto in via subordinata - ­  ad aiuti di Stato. In tal senso, il provvedimento si propone di non violare la regola della concorrenza e di risolvere le crisi all’interno del mercato, senza gravare sulla collettività, secondo un evidente ... (segue) 

Interventi al Seminario 'La Corte e l'Italicum' - Roma, 12 settembre 2016

Lunedì 12 settembre u.s. federalismi, l'Osservatorio sui processi di governo e FormAP hanno organizzato - come è oramai abitudine consolidata - un seminario a porte chiuse per ragionare insieme su un tema di strettissima attualità, quale la Corte costituzionale ed il giudizio pendente sull' Italicum. All'esito della discussione di altissimo profilo cui si è dato vita, la rivista ha raccolto gli interventi di coloro che hanno partecipato e che hanno ritenuto di voler mettere per iscritto le considerazioni espresse in quella sede. Ad una settimana esatta dall'incontro, peraltro, la Corte costituzionale ha diffuso un comunicato con il quale ha reso nota la volontà del collegio di rinviare l'udienza fissata per il 4 ottobre. Anche e proprio alla luce della decisione adottata dai giudici costituzionali, i contributi e le riflessioni portate all'incontro del 12 e qui pubblicati rivestono un interesse del tutto peculiare.

Giulio M. Salerno L'Italicum davanti alla Corte costituzionale: una sfida ad ampio raggio
Beniamino Caravita Qualsiasi decisione farà discutere
Antonio Ferrara Considerazioni in ordine alle questioni di legittimità costituzionale della legge n. 52/2015 (cd. Italicum) sollevate dai Tribunali di Messina e di Torino
Vincenzo Lippolis L'Italicum di fronte alla Corte e i tempi del referendum sulla riforma costituzionale
Alberto Lucarelli e Sara Lieto La Corte e l'Italicum
Cesare Pinelli La Corte e la legge elettorale
Annamaria Poggi La Corte e la legge elettorale
Antonio Saitta L’Italicum alla Corte costituzionale.
Sandro Staiano La pietra d'inciampo

Processo amministrativo telematico e accesso alla giustizia

Indipendentemente dalla data in vigore del processo amministrativo telematico (oggi slittata al 1° gennaio 2017, per effetto degli artt. 1, 1° e 2° comma e 2 del d.l. 30 giugno 2016, n. 117, conv. in l. 12 agosto 2016, n. 161), l’emanazione della fonte normativa... (segue)

Alcune considerazioni giuridico-costituzionali sul c.d. Brexit

Come era facilmente prevedibile, la vittoria nel referendum britannico del 23 giugno del Leave, ossia dell’opzione a favore dell’uscita dall’Unione europea (UE), ha causato gravi ripercussioni a livello politico e ha lanciato una vera e propria “industria accademica” a commento... (segue) 

Il recepimento della direttiva 2014/26/UE in Italia e il monopolio della SIAE

“Liberalizzare o non liberalizzare?” è il dilemma su cui si è concentrato il dibattito parlamentare sull’approvazione del disegno di legge di delega per il recepimento delle direttive europee, tra le quali è inclusa la direttiva 2014/26/UE in materia di gestione collettiva del diritto d’autore... (segue) 

La legge Pinto: commento alle modifiche contenute nella legge di stabilità 2016

Nel tentativo - forse non del tutto riuscito (come si vedrà nel prosieguo del presente lavoro) - di imprimere, anche in Italia, un’accelerazione del processo e, quindi, di ridurre il tempo necessario per la celebrazione dei singoli processi, il legislatore nostrano è intervenuto... (segue)

Execution time: 42 ms - Your address is 23.22.146.139