Log in or Create account

NUMERO 12 - 11/06/2008

 Patrimonio informativo pubblico e accesso ai documenti amministrativi

Patrimonio informativo pubblico e diritto di accesso ai documenti amministrativi risultano indissolubilmente legati da un rapporto che ben potrebbe definirsi “di inclusione”, rappresentando il secondo un profilo particolare del primo, ossia la posizione soggettiva garantita dalla legge nei confronti di una peculiare e fondamentale porzione di patrimonio informativo pubblico, la stessa interessata più da vicino dal piano di e-government e dalle problematiche di tutela della riservatezza dei dati personali, coinvolti nel suddetto processo.
Motivata la ragione del binomio che costituisce la voce qui trattata, si rivela indispensabile identificare meglio i due termini che lo compongono.
Il patrimonio informativo pubblico indica, in generale, qualsiasi tipo di informazione, di cui sono in possesso le pubbliche amministrazioni, identificando quindi una categoria particolarmente complessa e variegata, nella quale si è cercato in vari modi di “fare ordine”, senza però poter ricostruire una categoria concettuale unica, pienamente soddisfacente.
Si è parlato, in particolare, della differenziazione tra “informazioni amministrative”, detenute per il corretto espletamento della funzione amministrativa, tra cui si distinguono quelle “fondamentali per il funzionamento della democrazia” da quelle che non hanno un “carattere così fondamentale”, e “informazioni raccolte dalla Pubblica Amministrazione sul mondo esterno”, nonché di una possibile classificazione basata sull’interesse che le informazioni suscitano, distinguendo tra quelle “di interesse pubblico” e quelle “di interesse individuale” (Commissione europea, Libro Verde sull’informazione del settore pubblico nella società dell’informazione, 1998)...

(Segue)


+



Execution time: 42 ms - Your address is 54.145.124.143