Log in or Create account

NUMERO 8 - 22/04/2009

 Proposte liquido-sensoriali per il weekend

La famiglia è come una cicatrice. Non si sceglie d’averne una, ma è la conseguenza visibile di ciò che c’è stato e rimane impressa nella pelle o nella memoria per sempre. Si è discusso molto -e ancora si discute- nelle scienze sociali del ruolo della famiglia, su come questa plasmi un individuo secondo valori e comportamenti condivisi atti a mantenere l’ordine dato e la sopravvivenza della specie o su come possa deviarne il pensiero e gli atteggiamenti, essendo luogo di tensioni e giochi di potere. Al di là di ogni teoria, è chiaro ed accettato da tutti che ogni uomo nasce e cresce in una famiglia, sia questa quella naturale o meno, ed è quindi il primo esempio di “società” con cui si viene in contatto. In famiglia si “impara” a relazionarsi, si acquisisce il primo ruolo sociale, si hanno le prime lotte per la libertà, si vivono i primi sentimenti. Insomma, la famiglia è la palestra in cui l’uomo impara il vivere e acquisisce conoscenza dei sentimenti.
Certe volte sembra che il caso, il destino o qualche divinità baci una famiglia e la doti di qualità, caratteristiche o propensioni decisamente sopra la media rendendola “oggettivamente speciale”. Ognuno di noi può dire d’appartenere ad una famiglia “speciale”, ma poter dare delle motivazioni oggettive a questo status è difficile. L’arte, la capacità di comunicare universalmente “messaggi estetici” tramite un linguaggio(o una serie di linguaggi messi insieme) per me è una motivazione oggettiva e questo rende la “dinastia” Coppola una famiglia oggettivamente speciale.
La “dinastia” Coppola comincia con il musicista Carmine Coppola (vincitore di un premio Oscar per la colonna sonora del film Il Padrino Parte II), padre di Talia Shire Schwartzman (attrice da molti ricordata nel ruolo di Adriana, moglie di Stallone nella serie Rocky) e di Francis Ford Coppola (vincitore di 4 Premi Oscar, regista di film come Il Padrino parte I, II e III, Apocalypse Now e Cotton Club). Figlio di Talia Shire Schawartzman è Jason Schwartzman, giovane attore interprete del film Rushmore e de Il treno per Darjeeling (di cui è anche co-autore della sceneggiatura) di Wes Anderson. Nipote di Talia e Francis è Nicolas Cage ( vero nome Nicholas Kim Coppola) attore vincitore anche di un premio Oscar nel 1996 per il film Via da Las Vegas. Figlia di Francis è Sofia Coppola,attrice ma soprattutto regista e sceneggiatrice di film quali Il giardino delle vergini suicide, Lost in traslation (con il quale ha vinto un Premio Oscar come migliore sceneggiatura nel 2004) e Marie Antoniette. Insomma, per il cinema la famiglia Coppola è “oggettivamente una famiglia speciale”.


(segue)



NUMERO 8 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 26 ms - Your address is 54.225.57.89