Log in or Create account

NUMERO 11 - 03/06/2009

 Qualche appunto sulla legge siciliana di riordino del servizio sanitario regionale, strumentale al buon esito del piano di rientro dei debiti pregressi

La Regione Sicilia sta avviando a soluzione il percorso di risanamento dei conti della sua organizzazione della Salute. A tal fine, ha approvato la legge n. 5 del 14 aprile 2009 (G.U. della Regione Siciliana, parte prima, s.o. n. 17 del 17 aprile 2009), con la quale ha sancito il riordino del proprio Servizio sanitario regionale. Una legge ben congegnata, formata da 34 articoli aggregati in sei titoli, che sembrerebbe porre rimedio ai guasti organizzativi, causati da un sistema strutturalmente mal concepito e produttivo degli enormi sprechi di ieri. Quegli sperperi che, prodotti a regime, hanno ingenerato il debito pregresso miliardario di oggi, nei confronti del quale la Regione ha predisposto un apprezzabile “programma operativo di riorganizzazione, di riqualificazione edi potenziamento del relativo Servizio” (comma 180, articolo unico della Finanziaria perl’anno 2005 e successive modifiche), condiviso dal Governo centrale. 
 
(segue)

+ Legge regionale Sicilia n. 5/2009 - Norme per il riordino del servizio sanitario regionale



Execution time: 39 ms - Your address is 54.80.169.119