Log in or Create account

FOCUS - Africa N. 0 - 05/07/2013

 La caduta del muro ha trasformato l'Africa?

 Il 1989 rappresenta una duplice svolta nella storia del continente africano. La fine della guerra fredda, se da un lato è stata un fattore decisivo per l’indebolimento o la fine di regimi sanguinari, nonché per l’avvio delle grandi speranze di democrazia e diritti umani, dall’altro ha comportato vuoti di potere e guerre civili, con le drammatiche conseguenze delle carestie e dei bambini soldato. Inoltre, dopo il crollo del muro di Berlino, l’Africa è tornata ad essere una parte “insignificante” del mondo politico: un serbatoio di risorse naturali di grande valenza economica, ma che non ha più l’importanza strategica del periodo dei due blocchi. D’altra parte, essa per la prima volta si è confrontata da sola con i propri problemi e le proprie crisi che, sebbene spesso derivanti dal passato coloniale o bipolare, hanno messo a nudo la nuova realtà di un Africa davvero indipendente, nel bene e nel male.
 L’avvento del nuovo ordine mondiale ha avuto sul continente un impatto diverso rispetto a quello verificatosi in altre aree del mondo, un impatto, per l’appunto, duplice: speranza di un’indipendenza sostanziale, ma anche, di contro, gravissimi rischi di crisi umanitarie, di perdita delle ricchezze economiche o di un nuovo abbandono da parte del mondo sviluppato...
(segue)



Execution time: 19 ms - Your address is 23.22.136.56