Log in or Create account

NUMERO 24 - 16/12/2009

 La legge d’interpretazione autentica viola il diritto al giusto processo di cui all’art. 6 della CEDU? (Nota a Corte cost., 26 novembre 2009, n. 311)

La Corte costituzionale con la sentenza n. 311 del 2009 tocca fondamentalmente due temi: i limiti alla legittimità costituzionale delle leggi d’interpretazione autentica e la portata applicativa dell’art. 117, primo comma, Cost. rispetto a tali leggi, nel loro raffronto con l’art. 6.1 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali (CEDU), che contempla il diritto al giusto processo davanti ad un tribunale indipendente ed imparziale.
La vicenda all’origine della questione di legittimità sottoposta alla Corte costituzionale si può così sintetizzare.
- La Corte di cassazione e la Corte di appello di Ancona hanno sollevato, in riferimento agli artt. 117, primo comma, Cost. e 6 CEDU, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 218, della legge 23 dicembre 2005 n. 266 (finanziaria 2006), che prevede...
(segue)
 



Execution time: 58 ms - Your address is 54.156.82.247