Log in or Create account

NUMERO 1 - 13/01/2010

 Un patto per la salute (e la finanziaria 2010) non propriamente compatibile con l'esordio del federalismo fiscale

Sul supplemento ordinario n. 243/L alla G.U., serie generale, n. 302 del 30 dicembre 2009 è stata pubblicata la legge 23 dicembre 2009 n. 191, recante le “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2010)”. Essa consta di due articoli, di cui il secondo composto di 253 commi.
 Un provvedimento legislativo che, proprio per l’importanza che esso riveste nel funzionamento della Pubblica Amministrazione nel suo complesso e, quindi, sulla portata dei diritti dei cittadini, avrebbe meritato un maggiore e più partecipato confronto, e non solo nelle aule parlamentari. E’ prevalsa, invece, la schermaglia politica rispetto al dibattito sui contenuti, sintomo di una netta sottovalutazione dell’avvenuta introduzione nel nostro ordinamento del cosiddetto federalismo fiscale. 
 Quella appena approvata rappresentava, difatti, la prima legge finanziaria successiva all’approvazione della legge 5 maggio 2009 n. 42. Una occasione trascurata, quindi, per approfondire l’analisi e sollecitare il più largo contraddittorio istituzionale, funzionale, se non altro, ad individuare e predisporre correttamente gli strumenti formativi, prima, e organizzativi, dopo, utili ad adeguare la struttura del “sistema Repubblica” ad un più graduale e cosciente recepimento delle novità introdotte dall’anzidetta legge n. 42/09, in tema di finanza pubblica e novità tributarie...
(segue)



Execution time: 41 ms - Your address is 54.80.227.189