Log in or Create account

NUMERO 2 - 27/01/2010

 Lo strano caso della competenza legislativa in materia di enti locali. Un percorso attraverso la giurisprudenza costituzionale

Questo breve scritto è dedicato ad indagare come il tema della spettanza della competenza legislativa in materia di ordinamento di enti locali è stato affrontato dalla giurisprudenza costituzionale. Il discorso sarà sviluppato soprattutto in relazione alle Regioni ordinarie, ma qualche considerazione sarà spesa anche sull’assetto di questa competenza nell’ambito dell’ordinamento delle Regioni speciali, le quali, come si sa, possono vantare nei propri statuti una norma che attribuisce loro sulla materia de qua una potestà legislativa primaria.

Scorrendo l’elenco costituzionale dei titoli di legittimazione degli interventi legislativi statali, l’unica materia direttamente rilevante sul punto parrebbe quella contenuta nell’art. 117, comma secondo, lett. p), relativa a «legislazione elettorale, organi di governo e funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane». A prima vista, sembrerebbe dunque necessario concludere che, salvo quanto lo Stato può disporre in virtù di tale clausola (come è noto peraltro non di agevole interpretazione), e salvo “incursioni” legittimate da altri titoli di intervento, quale ad esempio quello del “coordinamento della finanza pubblica”, la materia considerata rientri nell’ambito della potestà legislativa residuale regionale... (segue)

 
 



NUMERO 2 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 42 ms - Your address is 54.196.2.131