Log in or Create account

NUMERO 16 - 08/09/2010

 La nuova sessione di bilancio: gli effetti sull'attività del parlamento.

Gli effetti della legge n. 196 del 2009 sull’attività parlamentare dipendono in larga misura  da come il Governo, il Parlamento e le forze politiche vorranno e sapranno darvi attuazione, a cominciare dall’esercizio delle sette deleghe legislative da essa previste.
Gli effetti dipenderanno in particolare dalla volontà e dalla capacità degli attori istituzionali, e in primo luogo del Parlamento, di modificare obiettivi e comportamenti nella valutazione dei documenti di bilancio, e dalla disponibilità ad accettare quel cambiamento di carattere culturale, prima ancora che politico, che la legge sembra suggerire.
In linea di massima, i riflessi della legge sull’attività parlamentare sembrano di due tipi: conservativo, se non riduttivo, delle competenze legislative; estensivo, sotto il profilo quantitativo e qualitativo, della funzione di controllo.
Riguardo al primo effetto, va ricordato come la sessione di bilancio avrà ora inizio il 15 ottobre, con la presentazione del disegno di legge di bilancio e del disegno di legge di stabilità (adesso la presentazione avviene il 30 settembre), e quindi a ridosso della presentazione della Decisione di finanza pubblica (già DPEF), posticipata al 15 settembre rispetto alla data del 30 giugno in precedenza stabilita per il DPEF... (segue)



NUMERO 16 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 66 ms - Your address is 54.167.253.186