Log in or Create account

NUMERO 17 - 22/09/2010

 Spunti sulla transizione spagnola

Col romanzo "Anatomia di un istante" (Guanda, 2010, pp. 463), che si legge tutto d'un fiato, con vari colpi di scena, Javier Cercas ha scritto anche un ottimo testo di diritto costituzionale e di politica comparata su tutta la transizione spagnola. Il centro della narrazione è il tentato golpe del 23 febbraio del 1981 e più precisamente sui tre "eroi della ritirata", gli unici tre deputati che osano restare in piedi, gli ex-franchisti Suarez e Gutierrez Mellado (generale, vice-Presidente del Governo) e il comunista Carrillo, accomunati dall' "etica del tradimento", dal fatto di avere tradito il proprio passato per essere fedeli a un presente di riconciliazione. Un'etica che li vede già perdenti al momento del golpe, quando Suarez sta per essere sostituito come Presidente del Governo e Gutierrez Mellado da suo vice, e il suo partito sta declinando fino a scomparire, e il Pc di Carrillo legato al centralismo democratico e non più leninista sta anch'esso esplodendo in direzioni opposte. Un esito fatale secondo Cercas: almeno sul momento, dopo che una transizione è terminata, non vogliamo che eroi del genere "tornino a governarci una volta portato a termine il loro compito; perché sospettiamo che per farlo abbiano sacrificato l'onore e la coscienza e perché abbiamo un'etica della lealtà, ma non possediamo un'etica del tradimento"... (segue)



Execution time: 26 ms - Your address is 54.167.253.186