Log in or Create account

NUMERO 23 - 15/12/2010

 Il de profundis della acquisizione coattiva 'sanante'... Sarà vera fine?

Il recentissimo – e molto atteso - intervento della Corte Costituzionale (sentenza 8 ottobre 2010, n. 293), nel dichiarare l’incostituzionalità dell’art. 43 del d.lgs. 8 giugno 2001, n. 321 (T.U. delle disposizioni legislative in materia di espropriazione per pubblica utilità), ha posto fine alle interpretazioni giurisprudenziali che si sono incessantemente susseguite in merito alla applicazione della norma, che recava la disciplina della acquisizione coattiva del bene da parte della p.a. a seguito di illecita occupazione e ‘modificazione’ del medesimo per la realizzazione di un’opera pubblica, non consentendo al privato di ottenere la restituzione del bene, ma solo il risarcimento del danno.
I giudizi di legittimità costituzionale sottoposti alla Corte sono stati promossi dal Tribunale amministrativo regionale della Campania con tre ordinanze di identico tenore, in riferimento agli articoli 3, 24, 42, 76, 97, 113 e 117, primo comma, della Costituzione, lamentandosi, in primis, che l’atto acquisitivo previsto dalla disposizione impugnata violerebbe gli artt. 3, 24, 42, 97 e 117, Cost... (segue)
 



Execution time: 53 ms - Your address is 54.198.246.116