Log in or Create account

NUMERO 3 - 09/02/2011

 Portogallo: Cavaco Silva confermato alla Presidenza della Repubblica. Un'analisi del risultato tra il crollo dell'affluenza e le nuove prospettive in merito alla forma di governo

Aníbal Cavaco Silva sarà il Presidente del Portogallo anche per i prossimi cinque anni. Le elezioni presidenziali di domenica 23 gennaio hanno confermato la tradizione che vede sempre rieletto al primo turno il Capo dello Stato uscente che si ricandida per un secondo mandato.
Nessuna sorpresa è quindi arrivata dalle urne, ma sono emersi una serie di segnali preoccupanti per la tenuta della democrazia lusitana, primo tra tutti lo scollamento sempre più evidente tra l’elettorato e i suoi rappresentanti. Complice la difficile situazione economica e finanziaria che sta attraversando il Paese in questo periodo, gli ultimi tre bilanci approvati prevedono tagli, soprattutto per quanto riguarda il pubblico impiego, la campagna elettorale è stata condotta molto sotto tono da tutti i candidati. Molti commentatori l’hanno definita la più noiosa della storia portoghese.
Questo ha contribuito a far crescere il disinteresse popolare nei confronti di una contesa che i sondaggi davano per scontata con il socialdemocratico Cavaco Silva, di centrodestra, e il suo diretto sfidante, il socialista Manuel Alegre, distanziati in quasi tutte le rilevazioni demoscopiche effettuate durante la campagna elettorale di una forbice compresa tra il 25% e il 50%. Il dato relativo all’astensionismo è comunque preoccupante, sintomo di un disagio... (segue)



Execution time: 24 ms - Your address is 54.198.134.32