Log in or Create account

NUMERO 16 - 24/08/2011

 Il taglio degli enti pubblici. Commento all'art. 1, c. 31, d.l. n. 138 del 2011

Il Governo torna a utilizzare lo strumento del taglia-enti per realizzare nuovi risparmi di spesa attraverso l’art. 1, c. 31, del decreto legge. La norma ricalca in buona parte l’art. 26, l. n. 133 del 2008, che venne denominato, appunto, taglia-enti. Si prevede pertanto che entro 90 giorni dall’entrata in vigore del decreto legge gli enti pubblici non economici con una dotazione organica inferiore alle settanta unità sono soppressi e le relative funzioni sono attribuite alle amministrazioni di vigilanza. Agli enti in questo modo soppressi succede a titolo universale l’amministrazione che svolge funzioni di vigilanza o che è titolare delle competenze maggiori di vigilanza quando queste ultime siano attribuite a più amministrazioni. L’applicazione della norma è automatica e non soggetta ad alcun atto di condizionamento preventivo da parte di alcuna amministrazione.Giacché la norma è simile all’art. 26 l.n. 133 del 2008, un raffronto con quest’ultima previsione normativa è necessario per comprenderne il campo di applicazione soggettiva. Le due norme stabiliscono allo stesso tempo rapporti di integrazione e di sovrapposizione. (segue)



Execution time: 44 ms - Your address is 54.145.124.143