Log in or Create account

NUMERO 16 - 24/08/2011

 Lavoro e produttività nell'economia globale. La contrattazione collettiva decentrata dopo la manovra di ferragosto 2011

La contrattazione collettiva decentrata, aziendale e territoriale, è stata richiamata in gioco nelle due manovre anti-crisi di questa estate (d.l. 98 del 2011 con l. conv. 11 del 2011 e d.l. 138 del 2011). Si tratta di due interventi legislativi che disegnano misure volte al sostegno della contrattazione decentrata, con lo scopo di migliorare la combinazione tra lavoro e produttività nell’economia globale. Il primo intervento, inserendosi in una tradizione consolidata, incide sul costo del lavoro con misure fiscali e contributive. Il secondo intervento potrebbe determinare, se adeguatamente corretto in fase di legge di conversione, una significativa evoluzione del sistema italiano di relazioni industriali. Il primo intervento coincide con l’art. 26 del d.l. 98 del 2011 (l. conv. 111 del 2011), il quale disciplina il rinvio alla legge di stabilità la definizione della quantità di risorse da destinare alla tassazione agevolata e agli sgravi contributivi sulle erogazioni effettuate a favore di lavoratori in attuazione di contratti aziendali/territoriali sottoscritti “da associazioni di datori di lavoro e di lavoratori comparativamente più rappresentativi sul piano nazionale” (segue



Execution time: 42 ms - Your address is 54.198.210.67