Log in or Create account

NUMERO 21 - 02/11/2011

 Corte costituzionale e giudici comuni nell'adattamento della CEDU al diritto interno: tra tentativi di disapplicazione e obbligo di interpretazione conforme a Convenzione

L’interesse sviluppatosi negli ultimi decenni intorno alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo è stato sempre crescente sia da parte dei costituzionalisti che degli internazionalisti. In particolare negli ultimi venti anni del secolo appena trascorso è emersa una crescente insoddisfazione per il ruolo che veniva attribuito nel nostro ordinamento ai trattati relativi alla tutela dei diritti fondamentali ed in primis alla CEDU. Si lamentava soprattutto l’inadeguatezza, di fronte al suo contenuto irresistibilmente costituzionale, a considerare le sue disposizioni dotate dello stesso rango della legge ordinaria di esecuzione. La Corte costituzionale è intervenuta a dirimere l’annosa questione con le due ormai storiche sentenze nn. 348 e 349 del 2007. Attraverso tali decisioni i giudici costituzionali hanno tracciato le linee interpretative attraverso cui fondare il rapporto tra ordinamento CEDU ed ordinamento interno, ovvero attraverso il ricorso all’art. 117, I c. della Costituzione così come modificato dalla legge cost. n. 3 del 2001, che ha attribuito alle norme convenzionali il rango di norme interposte nel giudizio di costituzionalità... (segue)



Execution time: 38 ms - Your address is 54.156.82.247