Log in or Create account

NUMERO 21 - 02/11/2011

 I servizi idrici dopo il referendum: prime considerazioni

Raramente la regolamentazione di una commodity ha suscitato dibattiti tanto accessi nell’opinione pubblica, così come tra studiosi delle scienze sociali, principalmente tra gli economisti ed i giuristi. È quello che è accaduto con riferimento alla gestione delle risorse idriche in Italia, a seguito della riforma c.d. Ronchi-Fitto, successivamente abrogata dal referendum del 12-13 giugno 2011. Due sembrano essere le visioni che si sono fronteggiate. Da un lato la mobilitazione referendaria, tesa ad affermare un governo pubblico dell’acqua, si ispira ai principi dell’ “economia morale dell’acqua bene comune”, su cui si fondano, almeno in parte, importanti iniziative precedenti, quali quelle elaborate dalla Commissione Rodotà per la riforma degli articoli del codice civile del 1942 sui beni pubblici... (segue)

 



Execution time: 40 ms - Your address is 54.198.2.110