Log in or Create account

NUMERO 24 - 14/12/2011

 L'autonomia regionale (profili generali)

Che la Regione sia, al pari degli altri enti territoriali, un ente “autonomo” non si discute: è detto nella Carta costituzionale, sia nella sua originaria stesura che in quella risultante per effetto della riscrittura del Titolo V della Parte II, operata con legge cost. n. 3 del 2001. Ma cosa l’autonomia sia, in cosa consista (per quantità e, soprattutto, qualità) e come si manifesti, si discute ab antiquo.  Un tempo, l’autonomia faceva, in alcune sue rappresentazioni teoriche, tutt’uno con la sovranità, l’una e l’altra considerandosi espressione della condizione propria degli enti originari (principalmente, se non pure esclusivamente, degli Stati); all’esito, poi, di una vicenda politico-istituzionale che, in alcuni suoi passaggi di cruciale rilievo, attende ancora di essere compiutamente spiegata, è stata quindi contrapposta alla sovranità, uno stesso ente non potendo essere “sovrano” e “autonomo” ma o solo l’una o solo l’altra cosa. Si vedrà a momenti come, per una singolare eterogenesi dei fini, si diano piuttosto oggi le condizioni, positive e di contesto politico-istituzionale, per la ricongiunzione di autonomia e sovranità: concetti fluidi e per più versi impalpabili, attraversati da un moto interno incessante che obbliga a rivedere pure le più accreditate e solide credenze attorno ad essi formatesi... (segue)



Execution time: 41 ms - Your address is 54.156.82.247