Log in or Create account

NUMERO 24 - 19/12/2012

 Le funzioni fondamentali dei comuni

La portata innovativa della competenza riconosciuta con la riforma costituzionale del 2001 al legislatore statale per la determinazione delle funzioni fondamentali di comuni, province e città metropolitane (art. 117, co. 2, lett. p), Cost.), è rimasta per lungo tempo inespressa e solo negli ultimi anni si è andata concretando, con interventi che però hanno stentato ad assumere il necessario carattere di organicità e stabilità che pure la definizione dei compiti fondamentali degli enti locali richiederebbe nel quadro del nuovo assetto costituzionale dei poteri locali. La nuova tipologia delle funzioni fondamentali introdotta nel 2001 risulta, infatti, anche a prescindere dall’ampio e controverso dibattito dottrinale che l’ha seguita, pure condizionato dalle ulteriori tipologie delle funzioni proprie e di quelle conferite (art. 118 Cost.), da intendere quale riconoscimento di quel nucleo di funzioni caratterizzanti, essenziali ed imprescindibili di ciascun livello autonomo di governo locale, che il legislatore statale ha il compito di definire, a fronte di una crescente differenziazione degli assetti funzionali degli enti locali determinata dal ruolo regionale di conferimento delle funzioni affermatosi, con sempre maggiore rilievo, nel corso dei processi di attuazione del decentramento amministrativo... (segue)



Execution time: 55 ms - Your address is 54.196.127.107