Log in or Create account

NUMERO 6 - 20/03/2013

 Pareggio di bilancio “all’italiana”. Qualche riflessione a margine della legge 24 dicembre 2012, n. 243 attuativa della riforma costituzionale più silenziosa degli ultimi tempi

All’indomani della sottoscrizione del Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell’Unione economica e monetaria, il Presidente della Repubblica italiana ha promulgato la legge costituzionale n. 1 del 2012 che formalmente introduce nella Costituzione il principio del pareggio di bilancio e della sostenibilità del debito pubblico, con l’approvazione a maggioranza qualificata di entrambe le Camere (20 aprile 2012). Il testo approvato è il risultato della unificazione di diverse proposte di legge, tra cui il disegno di legge governativo approvato dal Governo Berlusconi IV nella riunione del Consiglio dei Ministri del 9 settembre 2011, che impegnava a inserire nella Costituzione il vincolo della disciplina di bilancio. Nella consapevolezza che l’originale formulazione dell’articolo 81 non aveva impedito una forte crescita del debito pubblico nazionale, la precedente proposta di legge costituzionale prevedeva l’introduzione di limiti rigorosi per il ricorso all’indebitamento, secondo il modello tedesco, e di un tetto contestuale alla spesa pubblica... (segue)



Execution time: 42 ms - Your address is 54.167.253.186