Log in or Create account

NUMERO 6 - 20/03/2013

 Il vero irrinunciabile ruolo della Provincia e le sue funzioni fondamentali

Il tema richiede, anzitutto, di provare a spiegare perché si vogliono abolire le Province, richiamando essenzialmente due questioni, quella della degenerazione della ‘politica’ e della questione morale, e quella dell’eccesso di ‘municipalismo’. In secondo luogo, occorrerà chiarire perché è sbagliato abolire le Province, tanto sotto il profilo giuridico, richiamando in sintesi il disegno costituzionale, la necessità di riformare la Carta per abolirle, nonché la procedura per modificare le circoscrizioni territoriali delle Province; tanto sul piano sostanziale, chiarendo perché fra Regione e Comuni è indispensabile un livello di governo intermedio, al fine di dare risposta alla questione della dimensione geografica ‘ottimale’ e dell’assolvimento dei compiti di area ‘vasta’ (ma non troppo). A seguire si delimiterà il ruolo che spetta alla Provincia, indicando quelle che dovrebbero considerarsi le sue funzioni fondamentali, nel quadro del più ampio problema della definizione delle funzioni (o, meglio, delle materie di competenza e dei compiti e/o attività) che l’ordinamento assegna agli enti territoriali locali. Il passaggio richiederà di soffermarsi sulla rilevanza della funzione di programmazione nel sistema di governo regionale e delle autonomie locali. Si proporranno, infine, brevi conclusioni sulle prospettive sensatamente plausibili per il futuro istituzionale delle Province, tenendo presente due ineludibili, ma contrapposti, obiettivi: da un lato, che i costi abnormi vanno drasticamente ridotti; e, dall’altro, che non si può, però, come si suol dire, ‘buttar via il bambino con l’acqua sporca’... (segue)



Execution time: 41 ms - Your address is 54.80.33.183