Log in or Create account

NUMERO 7 - 03/04/2013

 L'irresistibile ascesa dei beni comuni

“Si può dire che il 2011 sia stato l' anno dei beni comuni: portati alla ribalta dal referendum sull'acqua del 2011, i beni comuni hanno catturato in breve tempo l'attenzione dell’opinione pubblica e dei movimenti politici e suscitato un ampio dibattito istituzionale e economici. Ha osservato Stefano Rodotà che il tema è rimasto "fino a poco tempo fa assente nella discussione pubblica e del tutto privo d’interesse per la politica. Poi, quasi all’ improvviso, l’ Italia ha cominciato ad essere percorsa da quella che Franco Cassano aveva chiamato la “ragionevole follia dei beni comuni”...E questo è avvenuto perché la forza delle cose ha imposto un mutamento dell’ agenda politica con il referendum sull’ acqua come “bene comune”. Da quel momento in poi è stato tutto un succedersi di iniziative concrete e di riflessioni teoriche, che hanno portato alla scoperta di un mondo nuovo e all’ estensione di quel riferimento ai casi più disparati".

 



Execution time: 42 ms - Your address is 54.145.117.60