Log in or Create account

NUMERO 11 - 29/05/2013

 L’assetto dei controlli della Corte dei conti in Sicilia dopo il d.l. n. 174 del 2012 conv. dalla l. n. 223 del 2012 ed il coordinamento ‘differito’ della finanza pubblica

Le funzioni di controllo della Corte dei conti nella Regione siciliana sugli atti dell’amministrazione regionale sono destinate «ad esplicarsi in base alle generali disposizioni statali concernenti il controllo amministrativo e contabile». Si tratta di conclusione ormai acclarata, ma che risulta foriera di molteplici conseguenze di fronte alle profonde modificazioni che tali funzioni hanno subito con il notevole rafforzamento dei controlli che emerge dalla più recente legislazione (art. 1 ed 1 bis del d.l. n. 174 del 2012 conv. con mod. dalla l. n. 223 del 2012, che fa seguito alle innovazioni introdotte dall’art. 7 della l. n. 131 del 2003, dall’art. 17, comma 32, del d.l. n. 78 conv. con mod. dalla l. n. 102 del 2009 e dall’art. 1 del d.lgs. n. 149 del 2011). La Corte dei conti, com’è noto, svolge nella Regione siciliana le proprie funzioni giurisdizionali e di controllo alla stregua delle previsioni dell’art. 23 dello Statuto e delle conseguenti norme di attuazione... (segue)



Execution time: 40 ms - Your address is 54.225.16.10