Log in or Create account

NUMERO 14 - 10/07/2013

 L’abolizione della circoscrizione estero nelle proposte dei «saggi» del Presidente Napolitano

La relazione finale presentata al Presidente della Repubblica Napolitano dal Gruppo di lavoro sulle riforme istituzionali istituito il 30 marzo 2013 tocca incidentalmente, ma in maniera assai penetrante, il tema del voto dei cittadini italiani residenti all’estero. I «saggi», subito dopo aver segnalato la necessità di superare l’attuale legge elettorale, hanno proposto «di eliminare le circoscrizioni estero, prevedendo il voto per corrispondenza, assicurandone la personalità e la segretezza». Invero non si è registrata sul punto una opinione unanime del gruppo di lavoro. L’on. Mario Mauro ha, infatti, dissentito sulla proposta di eliminare la circoscrizione estero, pur proponendo di «riveder(n)e i criteri per le elezioni». In particolare, secondo Mauro: «proporre l'eliminazione della circoscrizione estero e dei suoi rappresentanti adducendo ragioni di violazione dei principi della democrazia rappresentativa e di illeciti connessi all’esercizio del diritto del voto oltre confine, non giustifica l’eliminazione di uno strumento che, se opportunamente reso più funzionale e trasparente, permette di mantenere un rapporto con una parte significativa delle comunità italiane, ancora di più al giorno d’oggi che per necessità o per opportunità è ricominciato a fluire un consistente flusso migratorio verso l’estero»... (segue)



Execution time: 41 ms - Your address is 54.162.166.214