Log in or Create account

NUMERO 16 - 07/08/2013

 La nuova governance europea di finanza pubblica e il ruolo dell'Ufficio parlamentare di bilancio

L'Unione europea ha avviato da alcuni anni un ampio processo di riforma della sua governance economica finalizzato a rafforzare la sorveglianza multilaterale sulle politiche economiche nazionali e a ridurre l’asimmetria tra l’unicità della politica monetaria e la pluralità delle politiche di bilancio e strutturali. Nel corso degli ultimi anni si era manifestata infatti una diffusa e crescente insoddisfazione nei confronti del funzionamento di tale governance di finanza pubblica, a causa di una sua limitata capacità a svolgere le funzioni di conseguimento degli obiettivi di bilancio nonché della scarsa attitudine a realizzare gli analoghi obiettivi di controllo degli andamenti del debito. La crisi dei debiti sovrani, in particolare, ha messo in luce le debolezze fondamentali di tale costruzione normativa. In sintesi, le recenti riforme hanno inteso rimediare a ciò mediante il rafforzamento del meccanismo di applicazione delle norme e aumentando i requisiti minimi per i quadri di bilancio nazionali al fine di garantire, in ultima analisi, la sostenibilità delle finanze pubbliche. I fiscal frameworks nazionali necessitano pertanto di essere adattati con la nuova definizione comunitaria, sotto sei aspetti: le regole di bilancio (fiscal rules), la pianificazione di bilancio a medio termine, il coordinamento di bilancio, i consigli fiscal indipendenti, il monitoraggio del bilancio e le proiezioni macroeconomiche e di bilancio... (segue)



Execution time: 66 ms - Your address is 54.162.241.40