Log in or Create account

NUMERO 21 - 23/10/2013

 Tecniche normative e tutela del buon andamento della pubblica amministrazione: dalla Corte costituzionale un nuovo impulso per preservare la certezza del diritto.

Da tempo, una parte della dottrina ha espresso scetticismo sull’appropriatezza del giudizio di costituzionalità delle leggi come sede deputata al controllo delle tecniche di normazione, dal momento che il primo è un istituto finalizzato ad altre esigenze e difficilmente può applicarsi alle problematiche legate alla qualità della normazione. In ogni caso, all’interno della Costituzione manca una previsione che esplicitamente prescriva la chiarezza delle regole giuridiche, con la conseguenza però che le leggi oscure sarebbero in grado di insidiare lo Stato di diritto e la stessa Costituzione quando la difficoltà applicativa non sia superabile in via interpretativa, pregiudicando così un presupposto di ogni ordinamento giuridico, ovvero la certezza del diritto, intesa come prevedibilità delle conseguenze giuridiche in ordine al compimento o al verificarsi di atti o fatti e sicurezza dei rapporti per la presumibile stabilità della disciplina e coerenza tra normative che si susseguono nel tempo... (segue)



Execution time: 133 ms - Your address is 54.80.157.133