Log in or Create account

FOCUS - Africa N. 1 - 14/03/2014

 Il Sudafrica dei poteri tradizionali. Percorsi politici di un ossimoro democratico

Abstract [It] L’articolo pone in questione il modificarsi e riadattarsi dei poteri tradizionali all’interno della Repubblica democratica del Sudafrica. Partendo da uno studio centrato sulla Provincia del KwaZulu-Natal si vuole provare a porre in questione in primo luogo l’ossimoro costituzionale della presenza di un potere monarchico all’interno della Nazione Arcobaleno del post-apartheid. Attraverso un approccio di analisi antropologico si è posta l’attenzione su alcuni aspetti di un conflitto che ha prodotto significativi cambiamenti al sistema di potere tradizionale, fra i quali il più rilevante sembra essere lo spostamento delle centralità delle pratiche del quotidiano, focalizzandole sulla tematica dello sviluppo, fattore che catalizza il consenso. Lo studio delle retoriche, delle pratiche e delle narrazioni dei poteri tradizionali, attraverso il percorso storico di un’inaspettata sopravvivenza nel sistema democratico, prova a sottolineare alcuni aspetti peculiari di un conflitto politico fra il partito egemone, l’ANC del compianto Mandela, e il partito che si dichiara rappresentativo dell’identità culturale Zulu, l’IFP di Buthelezi. In conclusione il conflitto fra le due parti in causa, un potere tradizionale sviluppista ed uno tradizionalista, viene ricondotto ad un’analisi che pone al centro della questione il ruolo dello Stato e degli apparati che ne permettono il rinnovarsi del potere, mostrando come fra questi siano stati inclusi anche i poteri tradizionali, ad oggi definibili come veri e propri catalizzatori di consenso da convogliare verso il partito politico che controlla il Sudafrica fin dal giorno dalla sua liberazione.



Execution time: 17 ms - Your address is 54.224.168.206