Log in or Create account

NUMERO 7 - 02/04/2014

 Ancora in materia di misure anti-crisi: il distinguishing della Corte

+ Corte cort. sent. n. 310/2013

La sentenza n. 310/2013 è senz’altro destinata a riscuotere grande attenzione da parte della dottrina, poiché crea un vero e proprio spartiacque in quella che si configura ormai come la “giurisprudenza della crisi”. La decisione adottata dalla Corte costituzionale il 17 dicembre 2013 verte infatti sulla misura di blocco dei meccanismi di adeguamento retributivo dei docenti universitari prevista dal d.l. 31 maggio 2010, n.78, conv., con modd., nella l. 30 luglio 2010, n. 122. Altre disposizioni del medesimo decreto legge erano già state oggetto della sentenza n. 223/2012, che rappresenta una pietra miliare dell’orientamento adottato (finora) dalla Corte in materia di “misure anti-crisi”. Con entrambe le sentenze la Corte si è pronunciata sulla legittimità costituzionale di misure di blocco degli adeguamenti retributivi: nel caso della sentenza n. 223/2013 il “congelamento” retributivo era previsto per i magistrati ed è stato dichiarato incostituzionale; nella sentenza n. 310/2013 esso era invece disposto per i docenti universitari e si estendeva anche alla loro carriera economica. In questo caso, la Corte ha adottato una decisione di rigetto, dichiarando non fondate ed inammissibili le questioni di legittimità costituzionale sollevate... (segue)



Execution time: 62 ms - Your address is 54.225.57.89