Log in or Create account

NUMERO 8 - 16/04/2014

 Qualche breve considerazione sul disegno di riforma della Costituzione del Governo Renzi

Il 31 marzo scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge costituzionale recante “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della parte seconda della Costituzione” che cosi come congeniato non solo apre importanti scenari dal punto di vista dei contenuti potendo rappresentare  il primo passo verso un progetto di trasformazione più ampio, ma soprattutto riporta alla centralità il procedimento di cui all’art. 138 Cost., dopo i fallimentari tentativi di riforma avanzati dal precedente Governo Letta. Poste queste premesse è opportuno in prima battuta soffermarsi a nostro avviso su alcune delle contraddizioni presenti nella tanto auspicata sostituzione del Senato della Repubblica con il Senato delle Autonomie dal momento che proprio quando l’idea del rafforzamento delle autonomie regionali tanto voluta nell’ultimo decennio e poco più, subisce un ridimensionamento, il Governo decide di presentare un disegno di riforma del Senato che apre delle riflessioni circa la composizione e l’effettivo esercizio delle  sue funzioni ... (segue)



NUMERO 8 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 41 ms - Your address is 54.145.124.143