Log in or Create account

NUMERO 14 - 13/07/2016

 Lo sfruttamento della risorsa idrica tra disciplina europea e sviluppo sostenibile

L’interesse primario che ha caratterizzato e indirizzato la disciplina legislativa della risorsa idrica nel corso degli anni è indubbiamente ravvisabile nel migliore sfruttamento della risorsa stessa avendo riguardo all’interesse generale della collettività. Si è parlato in proposito di acqua nella sua dimensione “ambientale” e “distributiva” per sottolineare che «il sistema è finalizzato a mantenere l’equilibrio ambientale, l’equa utilizzazione delle risorse idriche da parte dei cittadini e l’effettività dei piani di salvaguardia delle stesse, predisposti dalle autorità competenti».  Uno dei temi da sempre riconosciuto per importanza e implicazioni, oggi in misura ancora maggiore in riferimento alla massima attenzione alle fonti di energia rinnovabile, è senza dubbio quello della concessione e dello sfruttamento delle acque pubbliche come fonte di produzione di energia elettrica, sia in relazione agli aspetti autorizzatori che per i rapporti tra i diversi piani coinvolti (ci si riferisce in particolare all’interazione tra la localizzazione degli impianti, gli aspetti di pianificazione territoriale e la tutela dell’ambiente). La disciplina delle fonti energia rinnovabile e, in particolare, lo sfruttamento della risorsa idrica presenta aspetti di peculiare e rinnovato interesse dovuti anche all’incidenza dei principi e della disciplina europea in tema di energie rinnovabili sulla – copiosa – legislazione nazionale che, in particolar modo in tema di acque, si è stratificata nel tempo... (segue)



Execution time: 40 ms - Your address is 54.198.221.13