Log in or Create account

FOCUS - Human rights N. 3 - 07/10/2016

 Recensione del volume a cura di A. Di Stasi 'CEDU e Ordinamento italiano. La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo e l'impatto nell'ordinamento interno (2010-2015)'

Viene all’attenzione degli studiosi l’importante volume curato dalla Prof.ssa Angela Di Stasi – “CEDU e Ordinamento italiano. La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo e l’impatto nell’ordinamento interno (2010-2015)”, Wolters Kluwer-Cedam, Vicenza, 2016, pp. XLII-1147. Il volume è aperto dalla presentazione del Presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo, Guido Raimondi, ed è il frutto di un gruppo di ricerca che riunisce sia studiosi di formazione accademica con sensibilità scientifiche variegate sia operatori e professionisti del diritto. Esso raccoglie una serie di interventi che passano in rassegna le principali pronunce della Corte europea dei diritti dell’uomo nei confronti dell’Italia nel periodo 2010-2015, realizzati dagli Autori coinvolti nell’iniziativa, i quali, anche sulla scorta della relativa esperienza professionale, hanno evidenziato i profili critici e le lacune dell’ordinamento italiano rispetto alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (CEDU) ed i seguiti della giurisprudenza della Corte a livello statale negli ambiti legislativo, giurisdizionale ed amministrativo. La Parte prima del volume assolve ad una funzione essenzialmente introduttiva, dedicata ai temi ordinamentali implicati dall’adesione dell’Italia alla Convenzione, e consiste in tre capitoli realizzati da Angela Di Stasi, sul “Sistema convenzionale di tutela dei diritti dell’uomo”. (segue)



NUMERO 20 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 36 ms - Your address is 54.198.246.116