Log in or Create account

NUMERO 24 - 14/12/2016

 Caratteristiche, criticità ed evoluzione dei modelli di finanziamento delle Autorità amministrative indipendenti

Il principio dell’autonomia delle Autorità amministrative indipendenti può essere esaminato sotto diverse prospettive: autonomia dai poteri direttivi degli organi del Governo, autonomia tecnico-discrezionale nelle scelte regolamentari, autonomia organizzativa, autonomia contabile, etc.. Nel presente documento si intende analizzare l’autonomia delle Autorità sotto il profilo finanziario. In particolare, lo scopo del contributo è quello di esaminare come si siano evoluti e quale sia l’attuale stato di implementazione dei diversi modelli di finanziamento delle Autorità, con specifico riferimento alle forme di autofinanziamento poste a carico dei soggetti sottoposti ai poteri regolamentari o di vigilanza (nella loro più ampia definizione) esercitati dalle Autorità.  La crescente importanza e centralità di tali questioni è testimoniata non solo da una serie di recenti interventi giurisprudenziali (ampiamente esaminati nel prosieguo), ma anche dal fatto che l’art. 8, comma 1, lett. c) della Legge 124/2015 sul riordino delle pubbliche amministrazioni (cd. Legge Madia) ha incluso, tra le materie oggetto di delega al Governo, anche la “individuazione di criteri omogenei di finanziamento delle medesime autorità [amministrative indipendenti], tali da evitare maggiori oneri per la finanza pubblica, mediante la partecipazione, ove non attualmente prevista, delle imprese operanti nei settori e servizi di riferimento, o comunque regolate o vigilate”. È possibile perciò attendersi, nel corso del 2016, un nuovo intervento del legislatore che possa auspicabilmente superare le diverse problematiche in materia di finanziamento delle Autorità che saranno di seguito esaminate. La struttura del presente contributo può essere sintetizzata come segue: (i)      esame analitico delle modalità di finanziamento delle singole Autorità; (ii)            analisi complessiva dei diversi modelli di autofinanziamento al fine di individuarne caratteristiche comuni e differenze, nonché le principali criticità; (iii)             questioni di costituzionalità del sistema di autofinanziamento delle Autorità; (iv) individuazione e valutazione dei principali vincoli a cui l’autonomia finanziaria delle Autorità è soggetta; (v)     riflessioni conclusive sulle finalità dell’autofinanziamento delle Autorità e su possibili futuri sviluppi normativi... (segue)



Execution time: 61 ms - Your address is 54.226.172.30