Log in or Create account

NUMERO 16 - 09/08/2017

 Brexit: riflessi nel settore del trasporto marittimo

Il 19 giugno u.s., a valle della notifica in data 29 marzo 2017 da parte del Regno Unito al Consiglio europeo della volontà di recedere dall’Unione Europea (di seguito la “UE”) e dall’Euratom, hanno avuto avvio i negoziati che definiranno le future relazioni tra il Regno Unito e l’UE, come previsto ai sensi dell’art. 50 del Trattato sul Funzionamento dell’UE (il “TFUE”). L’incertezza sull’esito dei negoziati e sulle conseguenze politiche ed economiche della Brexit rischia di provocare, tanto nel Regno Unito quanto negli Stati membri, forti turbolenze in tutti i mercati in ragione della imprevedibilità delle regole giuridiche che saranno individuate ed applicate. Ciò in un settore quale quello del cabotaggio marittimo che, come sottolineato dalla Commissione Europea in più occasioni, ha rappresentato un fattore determinante per la crescita economica e la prosperità nell’area UE, avendo consentito all’economia ed alle imprese marittime europee un elevato grado di competitività a livello mondiale. Il rilievo strategico rivestito dal cabotaggio marittimo nell’area UE è testimoniato, peraltro, dai dati dei traffici marittimi ben enucleati nel “Quinto Rapporto Biennale sul Cabotaggio Marittimo Europeo”, laddove è possibile ricavare che... (segue)



Execution time: 57 ms - Your address is 54.156.92.46