Log in or Create account

NUMERO 15 - 18/07/2018

 La reazione dell'Unione europea alla crisi polacca

In data 20 dicembre 2017 la Commissione ha trasmesso al Consiglio una proposta motivata, ai sensi dell’art. 7, par. 1, TUE, affinché quest’ultimo dichiari la sussistenza di un rischio evidente di una grave violazione dello Stato di diritto da parte della Repubblica polacca. Si tratta di una vera e propria “prima volta”, in quanto mai, prima d’ora, nessuno dei soggetti legittimati dai Trattati aveva attivato uno dei meccanismi previsti dall’art. 7 TUE, neppure a fronte di situazioni politiche – in primis, quella ungherese – che, nel recente passato e tutt’oggi, hanno suscitato e suscitano profondi interrogativi e perplessità circa la loro compatibilità con i valori menzionati dall’art. 2 TUE. All’esito di un’interlocuzione con le autorità polacche, avviata nel dicembre 2015, sulla base del nuovo strumento adottato dalla Commissione con la propria comunicazione del marzo 2014, questa istituzione ha ritenuto insufficienti le risposte fornite dalla Polonia a fronte delle raccomandazioni ad essa rivolte nel corso del 2016 e del 2017: pertanto, i numerosi profili di preoccupazione progressivamente sollevati – ed anzi acuitisi a seguito dell’adozione di vari provvedimenti normativi da parte del Parlamento polacco – hanno indotto la Commissione ad azionare lo strumento di cui all’art. 7, par. 1, TUE, in ragione dei numerosi elementi che fanno effettivamente temere la sussistenza di un significativo rischio di una grave violazione dello Stato di diritto. L’azione della Commissione, seppur tempestiva, non ha sortito, allo stato attuale, il desiderato obiettivo, quello, cioè, di arginare – o, quantomeno, tamponare – la crisi costituzionale in corso in Polonia a partire dalla seconda metà del 2015, innescatasi all’esito delle elezioni presidenziali e politiche del 2015; situazione che ha portato a mettere in serio dubbio il rispetto di principi fondamentali dello Stato di diritto, tra cui spiccano l’indipendenza della magistratura e la separazione dei poteri… (segue)



Execution time: 59 ms - Your address is 54.225.55.174