Log in or Create account

NUMERO 9 - 30/04/2008

 Come (non) si risolve la questione delle 'secessioni' dei comuni di confine (e dei privilegi finanziari delle autonomie speciali)

La questione delle “disparità di trattamento finanziario” fra Regioni a statuto ordinario e Regioni (e Province) ad autonomia differenziata, da tempo latente, è esplosa negli ultimi tempi sotto la spinta delle note pulsioni “secessioniste” di numerosi Comuni, i quali – tentati dalle sempre accattivanti sirene dei “soldi facili” – hanno avviato la procedura di distacco-aggregazione prevista dall’art. 132, comma 2, Cost. con l’obiettivo di entrare nell’ambita (in quanto lucrosa) orbita della specialità.
Difficilmente tali vicendesortiranno effetti concreti.
Cionondimeno, esse hanno consentito di porre all’attenzione generale un tema in precedenza (colpevolmente) trascurato dalla dottrina e (volutamente?) ignorato dalla politica.
Un tema – è appena il caso di aggiungere – che la nuova maggioranza vincitrice delle recenti elezioni politiche dovrà giocoforza affrontare di petto allorché, come preannunciato, metterà mano al complessivo ridisegno della disciplina delle relazioni finanziarie fra i diversi livelli di governo.

 



Execution time: 45 ms - Your address is 54.80.157.133