Log in or Create account

FOCUS - Comunicazioni, media e nuove tecnologie N. 3 - 28/09/2015

 Corte di Giustizia, Sentenza n. 85/2015, in tema di imposizione di obblighi a imprese non aventi significativo potere di mercato (con nota di V.M.)

La Corte di Giustizia si è pronunciata su una richiesta di rinvio pregiudiziale proveniente da un giudice olandese avente ad oggetto un obbligo introdotto a livello nazionale che, al fine di rimuovere un ostacolo non tecnico ma tariffario alle chiamate di numeri non geografici nell’UE, ha stabilito l’applicazione da parte degli operatori di tariffe per le chiamate verso numerazioni non geografiche comparabili a quelle applicate per le chiamate verso numeri geografici, consentendo tariffe in deroga soltanto se necessarie a coprire i costi supplementari connessi alle chiamate verso i numeri non geografici.

La Corte ha in primo luogo affermato che una siffatta misura non richiede lo svolgimento di un’analisi del mercato che dimostri un significativo potere di mercato dell’impresa destinataria dell’obbligo, a condizione che l’obbligo in esame sia necessario per consentire agli utenti finali di avere accesso ai servizi utilizzando numeri non geografici. Spetta al giudice nazionale verificare che tale condizione sia soddisfatta e che l’obbligo tariffario sia obiettivo, trasparente, proporzionato, non discriminatorio, dipenda dal tipo di problema evidenziato e sia giustificato.

La Corte ha inoltre riconosciuto che un obbligo come quello in esame può essere imposto da un’autorità diversa da quella di regolamentazione nazionale, purchè essa soddisfi le condizioni di competenza, indipendenza, imparzialità e trasparenza, e le sue decisioni possano essere oggetto di ricorsi presso un organo terzo indipendente.

 

Con nota di V.M.



Execution time: 79 ms - Your address is 54.82.81.154