Log in or Create account

FOCUS - Comunicazioni, media e nuove tecnologie N. 1 - 04/03/2016

 Delibera n. 112/2016,Consultazione pubblica concernente modifiche ed integrazioni del Piano di numerazione, in relazione ai servizi “mobile ticketing” (con nota di V.M.)

L’Agcom ha avviato una consultazione pubblica avente ad oggetto la proposta di modifica del Piano di Numerazione Nazionale (PNN) in relazione alla fornitura dei servizi di mobile ticketing. Attraverso tale consultazione, l’Agcom ha richiesto a tutti i soggetti interessati di fornire osservazioni in merito (i) al possibile aumento da 5 a 12,5 euro della soglia di prezzo massimo del singolo servizio di mobile ticketing in decade 48 (art. 22 PNN); e (ii) al rafforzamento dei sistemi per incrementare la consapevolezza del cliente che acquista tali servizi (ad es. in relazione al prezzo). Tale consultazione è quindi finalizzata a valutare la possibilità di estendere l’utilizzo del mobile ticketing anche a servizi per i quali, in ragione delle loro caratteristiche, la soglia di 5 euro/SMS attualmente prevista dal PNN costituisce una oggettiva barriera alla concreta possibilità di fornire il servizio. Tra questi servizi, la stessa Agcom indica il ticket per l’accesso alla c.d. Area C del Comune di Milano.

Le misure poste in consultazione sono inoltre direttamente connesse alle norme di legge che, negli ultimi anni, hanno inteso promuovere la diffusione dei servizi di mobile ticketing, quali in particolare l’art. 1, comma 98, Legge 147/2013 (“Al fine di sviluppare forme integrate di mobilità e trasporto e di promuovere la digitalizzazione, le modalità di acquisto previste dall'articolo 8, comma 3, del decreto- legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, sono utilizzabili anche per il pagamento di servizi di parcheggio, bike sharing, accesso ad aree a traffico limitato e di analoghi sistemi di mobilità e trasporto”) e l’art. 8, comma 3, D.L. 179/2012 (“Tenuto conto del carattere di pubblica utilità del servizio ed al fine di assicurarne la massima diffusione, le aziende di trasporto di cui al comma 1 e le amministrazioni interessate, anche in deroga alle normative di settore, consentono l'utilizzo della bigliettazione elettronica attraverso strumenti di pagamento in mobilità, anche attraverso l'addebito diretto su credito telefonico e nel rispetto del limite di spesa per ciascun biglietto acquistato, previsto dalle vigenti disposizioni, tramite qualsiasi dispositivo di telecomunicazione. Il titolo digitale del biglietto è consegnato sul dispositivo di comunicazione”).

Con nota di V.M.



Execution time: 15 ms - Your address is 107.22.61.174