Log in or Create account

NUMERO 16 - 10/08/2016

 Tunisia - Sfiducia parlamentare al Governo

Il 30 luglio 2016, in Tunisia, ai sensi dell’articolo 97 della Costituzione, il Parlamento ha votato la mozione di sfiducia al governo, guidato dal Primo ministro Habib Essid. Su 191 deputati presenti, 118 hanno votato la mozione di sfiducia, 3 in favore del governo e 27 si sono astenuti, portando così alla caduta del governo. L’ex premier, in carica dal gennaio 2015, ha ricevuto durante il suo mandato molte critiche, soprattutto da parte dei suoi oppositori, per non essere stato in grado di portare avanti importanti riforme in campo economico. Già a inizio giugno il Presidente della Repubblica, Beji Caid Essebsi, affermò che la Tunisia fosse colpita da una lenta crescita economica e da un alto tasso di disoccupazione e, per tali ragioni, il Paese avrebbe avuto bisogno di una nuova linea di governo. Lo stesso Presidente lanciò un’iniziativa per la formazione di un nuovo governo di unità nazionale, in grado di attuare alcune riforme di carattere economico-sociale necessarie per affrontare la crisi economica, la disoccupazione e l’allarme legato al terrorismo islamico. Non solo il Capo dello Stato, ma anche quattro leader dei partiti appartenenti alla coalizione di governo  – Nidaa Tounes, Ennhadha, Union Patriotique Libre e Afek Tounes – hanno duramente criticato il Primo ministro H. Essid per la sua incapacità di portare il Paese sulla strada della crescita e dello sviluppo, annunciando la loro intenzione di sfiduciare il premier. Il voto di sfiducia era largamente atteso da tempo... (segue) 



Execution time: 33 ms - Your address is 54.163.173.253