Log in or Create account

NUMERO 2 - 25/01/2012

La dimensione europea delle politiche di sicurezza in Italia

Affrontare oggi il tema della sicurezza interna, in Italia come nel resto del mondo, significa porsi di fronte ad un fenomeno sociale di estrema rilevanza per l’intera collettività ma i cui risvolti ed ambiti di riferimento, sotto il profilo istituzionale, legislativo, operativo ma anche economico e culturale, non solo sono profondamente mutati negli ultimi venti anni ma richiedono continui cambiamenti ed adattamenti imposti dalla rapidità e frequenza con la quali gli operatori del crimine, dai più pericolosi (la criminalità organizzata) ai meno pericolosi (microcriminalità), sfruttando le opportunità loro offerte dall’innovazione e dalla globalizzazione dei mercati, modificano ed organizzano le loro attività criminali sul territorio.
Pochi concetti, credo, hanno avuto un ampliamento così vasto di significati come quello della sicurezza, definita di volta in volta interna, esterna, pubblica, partecipata, condivisa, urbana, di prossimità, funzionale, locale ecc. ed altrettanto vasta ed articolata è stata la risposta della criminalità, e quindi le tipologie di nuovi reati che questi attori hanno attivato nei mercati illegali al fine di infrangere la “sicurezza” dei cittadini e la loro fiducia nelle istituzioni. Per ciascuno di questi significati, e questa è una ulteriore difficoltà, si profilano livelli di responsabilità, funzioni e competenze degli operatori della sicurezza che chiedono e devono trovare, perché l’obiettivo comune sia raggiunto, quello della la difesa della sicurezza e della legalità, una loro armonizzazione e un coordinamento nelle politiche pubbliche di intervento.
Nel nostro ordinamento le innovazioni più importanti in materia di sicurezza interna sono state introdotte, ormai trent’anni fa, dalla legge 121/81 a cui sono seguite, negli anni successivi, decreti legislativi, direttive ed ulteriori leggi, da ultimo le modifiche introdotte nel 2001 al Titolo V della Costituzione, che hanno apportato cambiamenti significativi nell’organizzazione, funzionamento e responsabilità degli enti territoriali e degli apparati delle forze di polizia preposti alla sicurezza.



Execution time: 15 ms - Your address is 54.198.2.110