Log in or Create account

NUMERO 5 - 11/03/2015

Il procedimento amministrativo ieri oggi e domani

Il procedimento amministrativo costituisce, a mio avviso, una delle possibili chiavi di lettura dei mutamenti istituzionali succedutisi nel nostro Paese dall’inizio del 900 ad oggi; questo perché il procedimento è un istituto che, per mutuare un’espressione dallo studio delle rappresentazioni teatrali, costituisce il luogo in cui si realizza l’unità di tempo, di spazio e di azione del rapporto tra cittadino e pubblico potere; un’unità però diacronica, non statica, nella consapevolezza del resto, che, anche al di fuori della singola vicenda procedimentale, esiste un contesto dinamico fatto di connessione di procedimenti, di fattispecie giuridicamente rilevanti non procedimentalizzate, di confluenza tra attività negoziale e provvedimentale, di raccordo tra regolazione, programmazione e attuazione. Il procedimento –è stato da più parti detto- è la forma abituale dell’esercizio del potere, e non solo di quello amministrativo. Riflettere oggi sul procedimento amministrativo, assumendolo come chiave di lettura e di verifica delle trasformazioni dell’amministrazione e dei suoi rapporti con i cittadini, ha dunque senso e consente –come vedremo- di coniugare tradizione sistematica e capacità di cogliere i momenti ordinanti  delle trasformazioni dell’amministrazione e della dialettica tra cittadini e poteri pubblici, in un tempo storico in cui la funzione amministrativa trova nella comunità il proprio fattore di legittimazione; e il suo connotato autoritativo –anche quando sul piano giuridico-formale non viene meno- si inserisce nella logica del servizio... (segue)



Execution time: 17 ms - Your address is 54.80.169.119