Log in or Create account

NUMERO 16 - 10/08/2016

 Corte dei Conti – Sez. regionali, Sentenza n. 200/2016, in tema di ripianamento dei debiti di società partecipate (con nota di Denis Del Prete)

Con l’ordinanza n. 200 del 27.7.2016 la Corte dei Conti, Sez. Giurisdizionale per la Campania, fissa principi di notevole interesse nell’ambito di un procedimento cautelare di revoca di sequestro conservativo.
Il giudizio verte sulla decisione di un Comune di ripianare le perdite di una società partecipata, che era stata costituita per realizzare la cartolarizzazione di parte del patrimonio immobiliare dell’ente, sulla base di un progetto affidato mediante gara pubblica. 
In relazione al requisito del fumus boni iuris, il Collegio ha escluso la sussistenza del dolo contrattuale attribuendo rilevanza ad un parere reso dalla Sezione di controllo della medesima Corte ai fini della valutazione dell’elemento soggettivo dell’illecito, in conformità al disposto dell’art.20, co. 2, lett. p), legge n. 124/2015 (c.d. “Legge Madia”).
In particolare il predetto parere aveva ad oggetto il piano di riequilibrio finanziario pluriennale redatto dall’ente medesimo ex art. 243 bis e ss. TUEL, con cui il Comune aveva illustrato e compiutamente motivato la scelta di ripianare le perdite della società.
Secondo la Corte “non può prescindersi” da un esame puntuale di tale parere e “della sua incidenza nel caso concreto”, in quanto – ancor prima della Legge Madia – “esigenze di coerenza del sistema imponevano al Giudice contabile di valutare la possibile influenza di un parere reso dalla Sezione di Controllo della medesima Autorità nel processo formativo della volontà degli accusati”.
I Giudici hanno accolto il reclamo ritenendo insussistente il presupposto del periculum in mora in considerazione dell’età degli intimati, della titolarità di rapporti di lavoro stabili e delle relative retribuzioni percepite, superando così quell’orientamento che giustificava la misura cautelare in ragione della mera sproporzione tra la consistenza patrimoniale degli accusati e l’elevato danno erariale. 
Denis Del Prete



Execution time: 94 ms - Your address is 35.175.201.14
Software Tour Operator