Log in or Create account

FOCUS - Human Rights N. 2 - 29/10/2018

 Corte di Giustizia, Sentenza del 26/06/2018, In materia di diritti pensionistici di un individuo che ha cambiato sesso

Il rinvio presentato alla Corte concerne un individuo che ha cambiato sesso rimanendo, però, sposato con la precedente partner. Egli si è visto negare l’attribuzione della pensione all’età prevista per le persone del sesso acquisito a causa della mancanza del certificato di riconoscimento definitivo del suo cambiamento di sesso e dell’annullamento del matrimonio contratto precedentemente al cambiamento di sesso (annullamento a cui i due coniugi non volevano procedere per motivi religiosi). La Corte statuisce che la direttiva 77/7/CE, relativa alla parità di trattamento tra uomini e donne in materia di sicurezza sociale, deve essere interpretata nel senso di non ammettere una normativa nazionale che impone agli individui che abbiano cambiato sesso e vogliano beneficiare della pensione all’età prevista per le persone del sesso da essi acquisito, di soddisfare non solo requisiti di carattere fisico, sociale e psicologico ma anche di non essere sposati con persone del medesimo sesso.



Execution time: 12 ms - Your address is 54.82.73.21