Log in or Create account

NUMERO 21 - 07/11/2018

 L'intelligenza artificiale nel procedimento e nel processo amministrativo

Come in qualsiasi altro campo dell’attività umana, anche l’attività amministrativa ha subito, negli ultimi decenni, significative trasformazioni derivanti dal sempre più massiccio ricorso alle nuove tecnologie in generale ed all’informatica ed alla telematica, in particolare; l’impatto delle nuove tecnologie sull’attività amministrativa ha dato vita a diverse “combinazioni” dei due diversi mondi che vanno dall’utilizzazione del computer con funzioni di word processor o database  (soluzione, in un certo senso, minimale e che non modifica, se non indirettamente, le categorie sedimentate del diritto amministrativo) ai cd. atti amministrativi in forma elettronica in cui la determinazione amministrativa è, non solo elaborata, ma anche formalizzata in forma elettronica e su supporto digitale. Il riferimento già operato nel titolo all’intelligenza artificiale (di seguito indicata anche come I.A.) evidenzia però come l’oggetto del presente scritto sia la combinazione di informatica e attività amministrativa, in un certo senso, più avanzata, spesso definita come atto amministrativo ad elaborazione elettronica e riferita alle ipotesi in cui “è il computer a predisporne il contenuto, con tutte le implicazioni che ne derivano in ordine allo studio dei relativi elementi, delle connesse patologie e degli strumenti di tutela giurisdizionale”; in questo caso, è quindi lo stesso computer a “definire … - in base ad un input e ad un programma - il contenuto di un regolamento di interessi; può produrre esso stesso atti amministrativi”. Del resto, si tratta di un processo che può essere descritto anche in maniera decisamente più plastica ed evocativa; si veda, ad esempio, la rilevazione relativa al «salto di qualità» derivante “dal passaggio dalla fase del «computer-archivio» alla fase del «computer-funzionario»” spesso operata da Alfonso Masucci  o il riferimento al passaggio dalle “applicazioni dell’informatica c.d. ‘documentarie’ (con finalità essenzialmente informativa, per raccogliere e organizzare dati fornendo agli utenti, dietro apposita richiesta, notizie sugli stessi quando siano stati trattati) ……(alle funzioni cd.) ‘metadocumentarie’ (tendenti a riprodurre automaticamente certi processi mentali umani, come l’individuazione di soluzioni a problemi specifici)” utilizzato da altra dottrina. Decisamente più articolato è poi lo schema ricostruttivo che evidenzia il progressivo “passaggio da una condizione di Street-Level Bureaucracy a una condizione di Screen-Level Bureaucracy, ossia da una condizione in cui è solo il pubblico funzionario a decidere (Street-Level Bureaucracy) ad altra condizione in cui questi decide solo formalmente, mentre di fatto la decisione è assunta dall’elaboratore elettronico ove precedentemente è stato installato un certo software e sono stati inseriti i dati del singolo procedimento (Screen-Level Bureaucracy). Il funzionario conserverebbe dunque un qualche ruolo, che però riguarderebbe principalmente, ex ante, l’attività di impostazione della singola macchina e, ex post, la lettura della elaborazione da essa fatta dei dati inseritivi. In questo quadro il principale interrogativo è se si possa immaginare una fase successiva in cui la macchina provveda in maggiore autonomia e il pubblico funzionario riacquisti un ruolo decisionale solo in caso di contestazioni sulla scelta realizzata dalla macchina. Questo segnerebbe il passaggio da una condizione di Screen-Level Bureaucracy a una condizione di System-Level Bureaucracy, in cui una sorta di ‘super-rete’ unirebbe e coordinerebbe le varie Screen-Level Bureaucracies riducendo ulteriormente la discrezionalità esercitata dall’amministrazione tramite il funzionario: ciò in quanto il funzionario non deciderebbe neppure i criteri per impostare e far funzionare la singola Screen-Level Bureaucracy e gli automatismi aumenterebbero esponenzialmente. Il ruolo del funzionario verrebbe dunque circoscritto alle attività di progettazione e gestione del sistema, nonché di assistenza agli utenti/amministrati”… (segue)



Execution time: 69 ms - Your address is 54.144.100.123