Log in or Create account

FOCUS - Secessionismi Autonomismi Federalismi N. 7 - 14/12/2018

 La crisi del modello duale di regionalismo in Italia

L’espressione “regionalismo duale”, non ha riscontro nel diritto positivo, ma ha carattere stipulativo o convenzionale, e viene utilizzata in dottrina per comodità di analisi scientifica. Solitamente, come in questa sede, si parla di regionalismo duale con riferimento all'ordinamento giuridico italiano per sottolineare il fatto che, come è ben noto, esistono due categorie ben distinte di regioni: 1) regioni di diritto comune (o ad autonomia ordinaria) che sono destinatarie di una disciplina generale dettata dal Titolo V della Parte II della Costituzione; 2) regioni ad autonomia differenziata (o ad autonomia speciale) che sono destinatarie di una disciplina derogatoria - rispetto alla disciplina generale dettata per le regioni nel Titolo V - che è prevista per ciascuna regione speciale dal rispettivo statuto avente la forma della legge costituzionale ai sensi dell'art. 116 Cost. Il modello duale di regionalismo, dal punto di vista teorico, viene contrapposto al modello di regionalismo differenziato, o asimmetrico, che è tipico di altri Stati composti, dove c'è una differenziazione spiccata tra ciascun ordinamento territoriale considerato e ciascuno degli altri che concorrono a formare l'ordinamento composto, mancando una disciplina generale e omogenea che caratterizzi la maggior parte dei livelli territoriali di governo in modo indifferenziato. Il carattere puramente convenzionale o stipulativo del significato da attribuire all'espressione "regionalismo duale" è confermato dal fatto che in dottrina, la stessa espressione viene utilizzata anche per fare riferimento a un altro fenomeno, ovvero alla separazione/contrapposizione tra centro e periferia che caratterizzerebbe alcuni ordinamenti composti e che distinguerebbe questi ultimi da altri caratterizzati dalla integrazione delle competenze e dal loro esercizio in forma collaborativa. In questa sede, è bene precisare che si intende fare riferimento, in via esclusiva, al primo significato riferito dell'espressione "regionalismo duale", sebbene, si sia consapevoli delle strette connessioni esistenti tra le due dicotomie indicate, come attestato anche dal fatto che il regionalismo italiano è demunito di adeguati strumenti procedimentali e organizzativi di svolgimento del principio di leale collaborazione tra livelli territoriali di governo… (segue)



Execution time: 19 ms - Your address is 3.82.52.91