Log in or Create account

NUMERO 4 - 20/02/2019

 I profili pubblicistici dell'amministrazione straordinaria delle grandi imprese ed il caso ILVA

Il caso ILVA è espressione di una complessità sistemica, in quanto ha coinvolto profili sia riguardanti le condizioni di salute dell’uomo e dell’ecosistema, sia l’occupazione e la produzione, determinando in più sentenze della Corte Costituzionale la necessità di operare un delicato bilanciamento scaturente dalla sussistenza di una situazione emergenziale. Lo strumento utilizzato per l’amministrazione dell’emergenza  nel caso ILVA non è stato quello delle ordinanze bensì del decreto legge sulla base del presupposto che la necessità e l’urgenza di introdurre con norme-provvedimento una disciplina ad hoc sia stata indispensabile per evitare pesanti conseguenze sulla tutela occupazionale e sull’indotto di gruppi di imprese di dimensioni molto rilevanti. Tale scelta poiché è avvenuta con singole procedure speciali, invece che con generali norme valevoli per tutti, ha insinuato il dubbio di rischi di sperequazioni tra situazioni simili ed anche di delicati impatti sotto il profilo della concorrenza. La disciplina emergenziale del gruppo ILVA è stata prima disciplinata dal d.l. 4 giugno 2013, n. 61 (convertito nella legge 3 agosto 2013, n. 89) “al fine di garantire la continuità produttiva ed occupazionale nel rispetto delle norme ambientali di impianti di interesse strategico nazionale” e poi dal d.l. 23 dicembre 2003 n. 347 (convertito nella legge 18 febbraio 2004, n. 39) contenente la disciplina dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza e sui numerosi decreti d’urgenza che lo hanno integrato e modificato proprio con riguardo al caso ILVA… (segue)



Execution time: 177 ms - Your address is 18.206.13.39
Software Tour Operator