Log in or Create account

NUMERO 9 - 08/05/2019

 L’imposta di soggiorno: un volano per il turismo?

La riforma del Titolo V della Costituzione ha inciso profondamente sul ruolo attribuito a Regioni ed enti locali per quanto riguarda, in particolare, l’esercizio delle funzioni amministrative, che costiuiscono un tassello essenziale nella disciplina turistica. Nella versione originaria, la Costituzione affidava alle Regioni una competenza legislativa nella materia in esame soltanto nell’ambito dei principi fondamentali stabiliti dalle leggi dello Stato; il nuovo art. 117 Cost., invece, riconosce alle Regioni una competenza legislativa nel turismo non più soggetta al limite di quei principi. Il vigente art. 117 Cost. invero inserisce il turismo fra le materie di competenza residuale ai sensi del comma 4 del medesimo articolo. In particolare, ai sensi del comma in parola, le Regioni esercitano la potestà legislativa con riferimento ad ogni materia non espressamente riservata alla legislazione dello Stato. Più precisamente, dopo la riforma del 2001, la Corte costituzionale ha affermato che «a decorrere dall’entrata in vigore del nuovo Titolo V della Costituzione, le Regioni ben possono esercitare in materia di turismo, tutte quelle attribuzioni di cui ritengano di essere titolari, approvando una disciplina legislativa, che può anche essere sostitutiva di quella statale»… (segue)



Execution time: 115 ms - Your address is 3.228.24.192
Software Tour Operator