Log in or Create account

NUMERO 5 - 04/03/2020

 La trasparenza amministrativa: a margine di Corte cost. n. 20/2019

Abstract [It]: Lo scritto riflette su una recente sentenza della Corte costituzionale (23 gennaio 2019, n. 20) che, tra l’altro, ha fatto applicazione del principio di proporzionalità per bilanciare, in tema di obblighi di pubblicazione, le contrapposte esigenze di trasparenza e riservatezza. Il giudice delle leggi, con la sentenza indicata, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 14, comma 1-bis, lett. f) del d.lgs. n. 33 del 2013 nella parte in cui tale disposizione obbligava le pubbliche amministrazioni a pubblicare on line i dati personali sul reddito e sul patrimonio dei dirigenti pubblici diversi da quelli che ricoprono incarichi apicali. Tale decisione viene, quindi, presa in considerazione dall’ANAC (delibera n. 586 del 26 giugno 2019) per individuare le categorie di dirigenti cui riferire l’obbligo di pubblicazione dei dati reddituali e patrimoniali. Il saggio evidenzia che è in atto un’ennesima riforma degli obblighi di pubblicazione dei dati relativi ai dirigenti amministrativi, posto che è intervenuto il d.l. 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, nella legge 28 febbraio 2020, n. 8 (in vigore dal 1° marzo 2020). In quest’ultimo intervento legislativo all’art. 1, comma 7, si prevede l’adozione, entro il 30 dicembre 2020, di un regolamento che, alla luce della sentenza della Consulta n. 20/2019, stabilisca la graduazione degli obblighi di pubblicazione in relazione al ruolo, alle responsabilità e alla carica ricoperta dai dirigenti.

 

Abstract [En]: The essay reflects on a recent ruling by the Constitutional Court (January 23, 2019, n. 20) which, among other things, applied the principle of proportionality in order to balance the opposing requirements for transparency and privacy in relation to publication obligations. The judge of the laws, with the judgment indicated, declared the constitutional illegality of art. 14, paragraph 1-bis, letter f) of Legislative Decree n. 33 of 2013 in the part where that provision required public administrations to publish online personal data on the income and assets of public managers other than those in general management positions. This decision is therefore taken into account by the National Anti-Corruption Authority (resolution 586 of 26 June 2019), in order to identify the categories of managers to report the obligation to publish income and capital data. The essay highlights that yet another reform of the publication of data relating to administrative leaders is under place, in view of the enactment of the Decree Act 30 December 2019, n. 162, converted, with modifications, into Law 28 February 2020, n. 8 (effective 1 March 2020). In this last legislative intervention, art. 1, paragraph 7, provides for the adoption, by 30 December 2020, of a regulation which, in the light of the judgment of Constitutional Court 20/2019, establishes the graduation of publication obligations in relation to the role, responsibilities and position held by the public managers.

 

Sommario: 1. Verso la trasparenza amministrativa: un itinerario contro il potere. - 2. Le ultime sfide in tema di trasparenza: gli obblighi di pubblicazione (art. 14 d.lgs. n. 33/2013). - 3. La sentenza n. 20/2019 della Corte costituzionale. - 4. Il pronunciamento dell’ANAC n. 586/2019 e recenti interventi legislativi. - 5. L’immanenza del principio di proporzionalità. - 6. Tutela della riservatezza e indicizzazione dei dati personali. - 7. Il mobile confine tra trasparenza e privacy: necessità di una riforma.

 



Execution time: 70 ms - Your address is 3.238.184.78
Software Tour Operator