Log in or Create account

FOCUS - Human Rights N. 1 - 22/09/2021

 Prime riflessioni sull'ordinanza n.97/2021 della Corte costituzionale

Abstract [It]: L’ordinanza n.97 del 2021 ha avuto ad oggetto il vaglio di legittimità costituzionale del regime applicabile ai condannati alla pena dell’ergastolo per reati di mafia e di contesto mafioso che non abbiano collaborato con la giustizia e che chiedano l’accesso alla liberazione condizionale. La Corte costituzionale, pur evidenziando il contrasto della preclusione assoluta con gli articoli 3 e 27 della Costituzione e con l’articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, ha deciso di differire la decisione ad altra successiva udienza, sulla base di esigenze di collaborazione istituzionale che impongono alla Consulta di consentire al Parlamento un congruo tempo per disciplinare la materia. La pronuncia assume particolare interesse anche per la tecnica decisionale della “doppia pronuncia”, cui la Corte costituzionale ha nuovamente fatto ricorso «facendo leva sui propri poteri di gestione del processo costituzionale», nell’auspicio che il legislatore possa trovare «il punto di equilibrio tra i diversi argomenti in campo, anche alla luce delle ragioni di incompatibilità con la Costituzione».

Abstract [En]: The ordinance n.97/2021 focuses on the constitutional legitimacy of the regime applicable to people sentenced to life imprisonment for mafia crimes who have not collaborated with justice and who seek access to parole. Although the Constitutional Court highlights the contrast of absolute foreclosure with Articles 3 and 27 of the Constitution as well as with Article 3 of the European Convention on Human Rights, it has decided to postpone the decision to another hearing. This is based on the need of institutional collaboration which requires the Court to give Parliament adequate time to settle the matter. This sentence also plays a crucial role in the decision-making technique of “double pronunciation”, to which the Constitutional Court has again resorted «by leveraging its powers to manage the constitutional process», hoping that the legislator could find «the balance between the various arguments in the field, also on the basis of reasons of incompatibility with the Constitution».

 

Parole chiave: ergastolo, regime ostativo, fine rieducativo della pena, Costituzione, doppia pronuncia.

Keywords: life imprisonment, impediment regimen, educational goal of the sentence, double pronunciation.

 

Sommario: 1. Premessa: i motivi di interesse dell’ordinanza n. 97/2021. 2. Il thema decidendum. 3. La parte motiva dell’ordinanza n. 97/2021. 4. Il nuovo ricorso alla tecnica della “doppia pronuncia”. 5. Rilievi sulla “doppia pronuncia” e sul differimento del provvedimento decisorio. 6. Le ragioni della Corte: criticità e prospettive.



Execution time: 13 ms - Your address is 34.236.191.104
Software Tour Operator